Hairy Cell Leukemia – Una panoramica sulle terapie disponibili.

L’articolo più letto dai ricercatori questa settimana riguarda una panoramica sul trattamento della Leucemia a cellule capellute. Per questa forma di malattia, il cui nome deriva dal peculiare aspetto delle cellule al microscopio ottico, le terapie da tempo basate su analoghi delle purine risultano efficaci, ma sul lungo periodo emerge un problema riguardante la gestione delle recidive.

Più recentemente si sono ottenuti promettenti risultati con alcuni inibitori e gli autori sensibilizzano i colleghi sulla necessità di coordinare gli sforzi per una corretta valutazione delle nuove opzioni terapeutiche, anche a causa della rarità della malattia.

 

Linfoma a larghe cellule – Novità per la terapia di mantenimento.

Nel contesto in cui il trattamento di riferimento per questa malattia non viene migliorato da circa 15 anni, ovviamente non a causa del mancato impegno dei ricercatori, viene presentato un lavoro che per la prima volta mostra un’efficacia nell’ambito della terapia di mantenimento. Nell’editoriale qui presentato si commenta l’utilizzo della Lenalidomide con la quale i ricercatori sono riusciti a contenere il naturale avanzamento della malattia. Sulla base di questo successo si pongono già altre domande su come migliorare il risultato appena riscontrato.

 

Leucemia Linfocitica Cronica (LLC) / Linfoma a piccoli Linfociti – Ibrutinib: valutare la sospensione del farmaco?

L’articolo esamina la terapia dell’Ibrutinib, con una particolare attenzione rivolta all’effetto delle sospensioni per la risoluzione di eventi collaterali. I ricercatori evidenziano come il massimo risultato terapeutico si ottenga con il mantenimento di una definita dose giornaliera.

 

B12

Vitamina B12 – Il punto di vista dell’ematologo.

È questa una panoramica, dal punto di vista di un ematologo, sull’importanza della Vitamina B12 e sugli effetti della sua eventuale carenza, con la consapevolezza che a fronte di una diagnosi precoce si possono offrire trattamenti efficaci.

 

Mieloma Multiplo – L’importanza della risposta molecolare profonda.

In questo lavoro si valuta l’importanza del conseguimento della risposta molecolare profonda nei pazienti con Mieloma Multiplo di nuova diagnosi. I risultati mostrano come l’efficacia predittiva di questo parametro superi quello normalmente utilizzato (CR – Remissione completa di malattia) e quindi questo dovrebbe essere considerato come target di riferimento nei successivi studi.