EmatoNews – Il meglio della ricerca ematologica nella settimana

ematonews_2

Mieloma Multiplo (MM) – Focus sull’utilizzo anticorpi monoclonali

Il Mieloma Multiplo è una delle malattie con più novità dal punto di vista terapeutico, grazie a inibitori di proteasoma, agenti immunomodulatori e anticorpi monoclonali. L’articolo su Blood prende in esame alcuni casi di tossicità a seguito di questi trattamenti. Infatti, sebbene il profilo di rischio di questi farmaci sia generalmente favorevole e ben amministrato nel breve periodo, i ricercatori puntano l’attenzione sul prossimo futuro e sulle modalità di gestione degli effetti collaterali nel lungo termine.

Target terapeutici nel Mieloma Multiplo (Leukemia)

Target terapeutici nel Mieloma Multiplo (Leukemia)

A dimostrazione dell’interesse sulle terapie innovative del MM, in un articolo su Leukemia i ricercatori, attraverso un’analisi della letteratura ad oggi disponibile, fanno il punto della situazione sulla terapia con anticorpi monoclonali e sui bersagli terapeutici che potrebbero essere oggetto di studio nel prossimo futuro.

 

Mielodisplasie e AML secondarie – Il trapianto di cellule staminali.

Il trapianto di cellule staminali è il filo conduttore che guida due distinti articoli che interessano queste patologie. Nel primo, pubblicato su JCO, si mostrano i risultati di uno studio clinico randomizzato che ha confrontato due tipi di terapie di condizionamento (fase preparatoria che precede il trapianto) confrontando un regime ridotto rispetto alla classica mieloablazione, ossia la completa distruzione delle cellule midollari del paziente. I risultati a due anni, mostrano che il regime ridotto ha un’efficacia comparabile al trattamento mieloablativo, con un vantaggio in termini di effetti collaterali.

Analisi genetica dei pazienti destinati a trapianto di cellule staminali (Blood)

Analisi genetica dei pazienti destinati a trapianto di cellule staminali (Blood)

E sempre sul trapianto di cellule staminali si concentra un lavoro apparso su Blood che esamina l’impatto delle anomalie genetiche sull’esito finale della procedura, evidenziando come la caratterizzazione genetica possa fornire utili informazioni per la prognosi.

 

Leucemia Linfatica Cronica (LLC) – La ricerca di nuovi schemi di trattamento.

A fronte della recente disponibilità di nuovi e promettenti farmaci (Ibrutinib, Idelalisib e Venetoclax) si inizia a sentire l’esigenza di valutare come questi possano essere utilizzati anche in associazione. Nel lavoro apparso su Annals of Oncology sono stati retrospetticamente analizzati dati di letteratura che suggeriscono dei potenziali schemi di trattamento. I ricercatori evidenziano come queste strategie terapeutiche dovranno essere valutate con futuri studi clinici.

 

Leucemia Acuta Linfoblastica (LAL) – Uno studio mondiale in ambito pediatrico.

Chiudiamo con un articolo, Lancet Hematology, che presenta i risultati di uno studio mondiale che ha valutato circa 90000 bambini, in 53 paesi e nell’arco di quasi 15 anni. I risultati mettono in evidenza il grande successo della ricerca e il costante aumento della sopravvivenza globale, ma anche le disparità di risultati tra paesi con diverso grado di sviluppo e ricchezza.